testata per la stampa della pagina
Home > Comune   Ufficio Stampa   2014   Ottobre   Intesa tra la ASL e l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Albano Laziale.
condividi

Intesa tra la ASL e l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Albano Laziale.

 

Intesa tra la ASL e l’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Albano Laziale
Gruppo di lavoro Area funzionale delle Fragilità Sociali e Sanitarie Il 27 ottobre presso la Direzione Strategica della ASL RMH, su convocazione del Direttore Sanitario Dott. Narciso Mostarda, che ha presieduto i lavori, vi è stato il primo  incontro di un gruppo di lavoro, finalizzato all’istituzione di un’ “Area Funzionale della fragilità Sociali e Sanitarie”, avente lo scopo di programmare innovativi modelli di intervento nell’ambito dell’Integrazione Socio Sanitaria.Lo scopo è quello mettere finalmente in rete tutte le risorse già esistenti ed operanti sul territorio, sia sociali che sanitarie, sia formali che informali, ai fini di garantire il diritto ad una presa in carico globale dei nostri concittadini in  condizioni di fragilità, sempre nell’ottica di dare servizi efficienti, efficaci, equi ed economicamente sostenibili, con il coinvolgimento della principale ricchezza del territorio rappresentato dal mondo del volontariato, dell’Associazionismo, delle cooperative sociali.In questo Gruppo di lavoro, oltre che i Responsabili della Sanità Territoriale, (Direttori di distretto, MMG, CAD, UVA, UONPI, Riabilitazione ) è stato invitato in rappresentanza degli Enti locali, il Comune di Albano Laziale, nella figura dell’Assessore alle politiche Sociali e della Sanità – Dott. Fauzi Cassabgi, per l’esperienza maturata negli anni dalla Città di Albano Laziale, attraverso numerosi progetti a valenza anche sovra-distrettuale e con l’attivazione di buone prassi operative riconosciute anche a livello Regionale, nonché per l’esperienza ultradecennale dello stesso Assessore, maturata nella ASL, dove ha operato per molti anni in rappresentanza della Direzione Sanitaria, proprio sui tavoli dell’integrazione socio sanitaria.L’ Area delle Fragilità Sociali e Sanitarie, avrà il compito di progettare,  programmare e monitorare, innovativi modelli di intervento, integrati sul vasto territorio della ASL. Tale necessità è particolarmente importante in questo momento storico, in quanto cercherà, nonostante la crisi economica, sociale e demografica, di garantire degli ottimali e soprattutto sempre più forti interventi di assistenza nei confronti dei cittadini in condizioni di fragilità. Importante è stata la volontà dimostrata per la prima volta da una Direzione Aziendale, di mettere sullo stesso tavolo rappresentanti di più Istituzioni affinché si realizzi un’effettiva integrazione socio sanitaria, coinvolgendo in questo l’Assessorato alle Politiche Sociali di Albano.  Conferenza stampa “Welfare  e servizi di prossimità” Il giorno 28 ottobre è avvenuta presso la Sala Consiliare del Comune di Albano Laziale , una conferenza stampa di presentazione del Convegno/Laboratorio “Welfare  e servizi di prossimità : come rendere sostenibili i servizi sanitari e sociali in un approccio di integrazione” , promosso dalla ASL RMH, Dipartimento di Scienze sociali ed economiche della Sapienza, dalla  Società italiana per la Qualità nell’Assistenza Sanitaria, Comunità Capodarco, Consorzio DARCO, Consorzio COIN e dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Città di Albano Laziale. La conferenza stampa coordinata dall’Assessore Dott. F. Cassabgi, alla quale ha partecipato il Sindaco  Dott. N. Marini, il Direttore Generale della ASL RMH Dott. F. D’Alba, il Direttore Sanitario Dott. N. Mostarda, ha avuto come obiettivo quello di fare un’articolata analisi dell’attuale stato di crisi, con le conseguenti ricadute in campo sociale e sanitario, che sono state approfondite nella loro complessità ai fini di una sempre più stretta futura collaborazione tra gli Enti Locali, la ASL,  Regione Lazio, Terzo Settore, per un’integrazione dei servizi sul territorio per la presa in carico dei cittadini in condizioni di fragilità, dando così seguito a quanto avvenuto in sede ASL il giorno precedente con l’apertura dei lavori della costituenda “Area Funzionale delle fragilità Sociali e Sanitarie”.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO